21, 22 e 23 novembre:
ROBERTO BOLLE - L'Arte della Danza
 ESCAPE='HTML'

Appassionato, carismatico, apollineo. Roberto Bolle è l’artista che è stato capace di trasformare l’arte della danza in un genere pop: l’étoile italiana che ha portato il balletto ancora più vicino al grande pubblico e che attraverso la bellezza del movimento ha saputo rivelare in modo sorprendente il potere comunicativo della danza. Ora la sua storia arriva al cinema con "L’arte della Danza", il film di Francesca Pedroni che ci guida attraverso i gala “Roberto Bolle and Friends” in tre luoghi simbolo del patrimonio culturale italiano: l’Arena di Verona, il Teatro Grande di Pompei, le Terme di Caracalla a Roma. Un tour formidabile alla scoperta delle grandi interpretazioni di Roberto Bolle attraverso immagini esclusive dal palcoscenico e dal “dietro le quinte” degli spettacoli.

 

 

=================================================================

LA GRANDE ARTE AL CINEMA
Stagione 2016-2017

Botticelli - INFERNO         

          a novembre

Botticelli è famoso in tutto il mondo come pittore della Primavera e della Nascita di Venere. C’è però anche un lato più oscuro e in parte meno esplorato di questo genio del Rinascimento. Come quello che lo vede autore di oltre 90 disegni ideati per illustrare la "Divina Commedia”. Tra essi uno rappresenta il cratere dell’Inferno dantesco, un altro lo stesso Lucifero... Un’indagine sul lato oscuro di Botticelli, sulla storia della sua vita di artista, sulle sue passioni e i suoi conflitti interiori.

 

 

MARINA ABRAMOVIC and BRASIL         

The Space In Between

Martedì 4 ottobre ore 17,30 - 21,30

La Abramovic parte alla ricerca di nuovi stimoli creativi e viaggia attraverso le vibranti comunità religiose del Brasile per fare esperienza dei rituali sacri e svelare il suo processo creativo. Il sincretismo del Brasile più profondo si fa per lei percorso personale e artistico e racconto per immagini, in un seducente intreccio di profondità e ironia. Tra cerimonie di purificazione e trip psichedelici, Marina riflette sulle affinità tra performance artistiche e rituali e si mette totalmente a nudo, in un tragitto anche interiore nei meandri del suo passato. Un film autenticamente “in between”, sospeso tra arte e vita, tra road movie e spiritual thriller, capace di parlare al cuore dello spettatore e al suo inestinguibile bisogno, consapevole o inconsapevole, di spiritualità

===================================================================

Martedì 24 e Mercoledì 25 maggio 2016

DA MONET A MATISSE, L'Arte Di Dipingere Il Giardino Moderno

Orari spettacoli:

     Martedì 24 maggio 2016        ore 17,00  -  ore 21,30

     Mercoledì 25 maggio 2016    ore 17,00  -  ore 21,30

E' una mostra innovativa e coinvolgente quella che la Royal Academy of Arts di Londra ha allestito per raccontare l’evoluzione del tema del giardino nell’arte moderna, dalle bellissime e colorate visioni degli Impressionisti fino alle sperimentazioni più audaci, oniriche e simboliche dei movimenti d’avanguardia. Ed è proprio Monet, forse il più noto ed importante pittore di giardini nella storia dell’arte, il punto di partenza della mostra: appassionato ed esperto orticoltore, Monet coltivò ed allestì numerosi giardini in ciascuna delle sue residenze, da Sainte-Adresse a Giverny, dove si spense 90 anni fa. Si svegliava all’alba Monet. Dipingeva sotto il sole cocente e sotto la pioggia battente per studiare tutte le infinite sfumature della luce. Intorno alla sua casa rosa a Giverny aveva creato un giardino con uno stagno e un ponte giapponese, che ancor oggi accoglie migliaia di visitatori con le sue tinte e i suoi avvolgenti profumi. Dalle passeggiate sulle colline intorno alla proprietà, Monet tornava con semi di fiori selvatici per aiole. Papaveri di campo, primule, violette, margherite, fiordalisi e digitali erano l’anima del duo giardino. Oltre alle ninfee di Monet a Giverny, conosceremo il giardino di Bonnard a Vernonnet, in Normandia, o quello di Kandinskij a Murnau, in Alta Baviera, luogo di incontro di musicisti e artisti provenienti da tutto il mondo.

===================================================================

Lunedì 2, Martedì 3 e mercoledì 4 maggio 2016

LEONARDO DA VINCI, il genio a Milano

Orari spettacoli:

     Lunedi 2 maggio 2016          ore 17,00  -  ore 21,30

     Martedì 3 maggio 2016         ore 17,00  -  ore 21,30

     Mercoledì 4 maggio 2016     ore 17,00  -  ore 21,30

Pittore, scultore, scienziato, musico, esperto di anatomia e di fisica, botanico, architetto, inventore: superando lo spirito del suo tempo, Leonardo viene oggi identificato con l’immagine del Genio. Era un uomo poliedrico l’artista di Vinci e lo dimostrano l’immenso patrimonio di studi e opere che ci ha lasciato, oltre alla lettera in cui, nel 1482, si presenta a Ludovico il Moro, signore di Milano.

Così, partendo dalla mostra a Palazzo Reale organizzata da Skira e Comune di Milano nei mesi di Expo, Rai Com, Skira e Codice Atlantico hanno deciso, in collaborazione con Pirelli e Confagricoltura, di lavorare congiuntamente per raccontare in un docufilm proprio gli anni trascorsi da Leonardo a Milano, toccando i diversi aspetti della sua vita e della sua arte, approfondendo le caratteristiche della città del tempo, le personalità degli artisti che gli sono stati vicini, senza trascurare naturalmente le molte leggende che lo riguardano.

===================================================================

Martedì 19 aprile 2016

A SUD DI PAVESE         

Spettacolo unico ore 21,00

A cento anni dalla nascita di Cesare Pavese scopriamo come un poeta non passa invano, ma lascia un'eredità profonda e viva nella quotidianità delle persone. Egli è infatti ispiratore di un viaggio intimo alla ricerca dei fili che continuano a legare il suo universo al tempo presente.
Girato nei luoghi simbolo di un immaginario poetico, il film parte dalle colline del Piemonte ed arriva al mare calabrese del "confino": tra comunita` macedoni che ripopolano le vigne dei contadini e storie di chi resiste in territori difficili anche in nome della letteratura.
Per trovare un volto diverso della provincia italiana tra la Calabria e le Langhe.

===================================================================

Lunedì 11, Martedì 12 e Mercoledì 13 aprile 2016

SAN PIETRO e Le Basiliche Papali di Roma

Orari spettacoli:

     Lunedì 11 Aprile 2016             ore 17,00  -  ore 21,30

     Martedì 12 Aprile 2016            ore 17,00  -  ore 21.30

     Mercoledì 13 Aprile 2016         ore 17,00  -  ore 21.30

Tour cinematografico con punti di vista inediti e riprese mai realizzate prima di San Pietro, San Giovanni in Laterano, Santa Maria Maggiore, San Paolo Fuori le Mura e le opere d’arte in esse custodite, raccontato da quattro grandissimi esperti di storia dell’arte...

===================================================================

Martedì 22 e Mercoledì 23 marzo 2016

RENOIR - Oltraggio E Seduzione

Orari spettacoli:

     Martedì 22 Marzo 2016           ore 17,00  -  ore 21.30

     Mecoledì 23 Marzo 2016        ore 17,00  -  ore 21.30

Nato da una famiglia modesta nel cuore della Francia, a Limoges, Renoir (1841-1919) è uno dei pittori impressionisti più amati e conosciuti al mondo oltre che parte essenziale della storia della cultura europea. Cresciuto a Parigi, conobbe Manet, Bazille, Monet, Cézanne, Degas, Pissarro. Con loro cominciò ben presto a dipingere en plein air nella deliziosa Fontainbleau, poco lontano dalla capitale francese.
Il 22 e 23 marzo la pittura e la vita di Renoir arriveranno nei cinema italiani con Renoir. Oltraggio e seduzione, il tour cinematografico che consentirà agli spettatori di visitare la Barnes Foundation di Philadelphia, dove è ospitata la più grande collezione al mondo di Renoir. Il dottor Albert C. Barnes (1872-1951) ammirava infatti Renoir più di qualsiasi altro artista, tanto da raccoglierne oltre 181 opere, risalenti soprattutto all’ultima fase della sua produzione. Il film offrirà così un accesso illimitato a questa straordinaria collezione, che permette di comprendere perché la figura Renoir abbia diviso l’opinione pubblica per oltre 100 anni.

===================================================================

Lunedì 14 marzo 2016

Spettacoli ore 17,00  -  ore 21,30

Peggy Guggenheim, erede delle fortune della famiglia Guggenheim, è stata una figura centrale per il mondo dell’arte contemporanea; nella sua appassionante esistenza ha vissuto appuntamenti segreti, relazioni e matrimoni, e amicizie con personaggi come Samuel Beckett, Max Ernst, Jackson Pollock, Marcel Duchamp. Una delle donne più potenti della storia dell’arte.

===================================================================

Martedì 8 e mercoledì 9 marzo 2016

In occasione della Festa della Donna il cinema ITALIA presenta il film

SUFFRAGETTE  -  ore 17,00

 

Suffragette è un intenso film drammatico che ripercorre la storia delle militanti del primissimo movimento femminista, donne costrette ad agire clandestinamente per condurre un pericoloso gioco del gatto con il topo con uno Stato sempre più brutale. In lotta per il riconoscimento del diritto di voto, sono donne che appartengono alle classi colte e benestanti e tra loro alcune lavorano, ma sono tutte costrette a constatare che la protesta pacifica non porta ad alcun risultato. Radicalizzando i loro metodi e facendo ricorso alla violenza come unica via verso il cambiamento, queste donne sono disposte a perdere tutto nella loro battaglia per l'eguaglianza: il lavoro, la famiglia, i figli e la vita. Un tempo anche MAUD è stata una di queste militanti. La storia della sua lotta per la dignità è al tempo stesso struggente e di grande ispirazione.

===================================================================

Lunedì 7 marzo 2016

Spettacolo unico ore 21,30

Saul Ausländer (Géza Röhrig) fa parte dei Sonderkommando di Auschwitz, i gruppi di ebrei costretti dai nazisti ad assisterli nello sterminio degli altri prigionieri. Mentre lavora in uno dei forni crematori, Saul scopre il cadavere di un ragazzo in cui crede di riconoscere suo figlio. Tenterà allora l’impossibile: salvare le spoglie e trovare un rabbino per seppellirlo. Ma per farlo dovrà voltare le spalle ai propri compagni e ai loro piani di ribellione e di fuga.

===================================================================

Martedì 2 e mercoledì 3 Febbraio 2016

GOYA - Visioni di carne e sangue

Orari spettacoli:

     Martedì 2 Febbraio 2016          ore 17,00  -  ore 21.30

     Mecoledì 3 Febbraio 2016        ore 17,00  -  ore 21.30

Francisco José de Goya y Lucientes (1746–1828), meglio conosciuto come Francisco Goya, è considerato uno dei più importanti artisti spagnoli di tutti i tempi e uno dei precursori dell’arte moderna, in grado di affermare la sua arte suprema sia come ritrattista dei più alti ranghi della società spagnola, sia come commentatore della vita del popolo. Oggi il film di David Bickerstaff porta la vita drammatica e l’arte straordinaria di Francisco Goya sul grande schermo, fornendo un accesso esclusivo all’acclamata mostra Goya: the Portraits della National Gallery di Londra e costruendo un ritratto avvincente del pittore attraverso opinioni di esperti internazionali, capolavori tratti da collezioni di fama mondiale e visite ai luoghi in cui l'artista spagnolo visse e lavorò. Goya - Visioni di carne e sangue arriverà nei cinema italiani distribuito da Nexo Digital solo per due giorni, il 2 e 3 febbraio, nell’ambito della Stagione della Grande Arte al Cinema. Nel corso del film gli spettatori potranno esplorare la mostra della National Gallery di Londra, guidati dal primo curatore dell’esposizione, Xavier Bray e potranno acquisire una migliore comprensione della psicologia del pittore attraverso le interviste con artisti moderni e stimati come Dryden Goodwin e Nicola Philipps.

==================================================================

Mercoledì 27 gennaio 2016

Spettacoli ore 17,00  -  ore 21,30

 

Il labirinto del silenzio racconta la storia di un giovane pubblico ministero che decide di mettersi alla ricerca della verità alla fine degli anni ‘50. Combattendo contro ogni ostacolo immaginabile, supera i suoi limiti e quelli di un sistema, dove è più facile dimenticare che ricordare. Sullo sfondo di eventi realmente accaduti, Il labirinto del silenzio getta uno sguardo molto personale e particolare sullo stile di vita degli anni del "miracolo economico", l’era delle sottogonne e del rock'n'roll, in cui le persone volevano solo dimenticare il passato e guardare avanti. Il film racconta in maniera emozionante un capitolo poco noto di quegli anni, che fondamentalmente hanno cambiato il modo in cui la Germania guardava al suo passato. Un’emozionante storia di coraggio, responsabilità e di lotta per la giustizia.

===================================================================

Martedì 12 e Mercoledì 13 gennaio 2016

Orari Spettacoli:  ore 21.30

Per la prima volta al mondo Benedict Cumberbatch (nei panni di Sherlock Holmes) e Martin Freeman (in quelli dell’immancabile Watson) sbarcheranno al cinema con Sherlock. L’abominevole sposa, l’inedito episodio speciale in abiti vittoriani della serie investigativa più amata degli ultimi anni. Questa volta saremo dunque nel cuore della Londra vittoriana (come nell’originale Sherlock Holmes ideato da Conan Doyle) e Thomas Ricoletti rimarrà stupefatto nel vedere la moglie vestita con il suo vecchio abito da sposa. Perché, solo poche ore prima, la donna... ha perso la vita. Così il fantasma della signora Ricoletti sembra ora aggirarsi per le strade con un’insaziabile sete di vendetta. Dalla nebbia avvolgente di Limehouse alle viscere di una chiesa in rovina, Holmes e Watson dovranno usare tutta la loro astuzia per combattere un nemico apparentemente già morto e solo il finale del film rivelerà la scioccante verità su l’abominevole sposa del titolo. L’episodio, intitolato Sherlock - L'abominevole sposa e mai visto sino ad oggi, sarà corredato da 20 minuti di riprese aggiuntive e da una visita guidata al 221B di Baker Street con il produttore esecutivo Steven Moffat.

===================================================================

La Grande Arte Al Cinema - 1ª parte

          Stagione 2015 - 2016

Riprende il ciclo di documentari sull'Arte al Cinema.

Primo appuntamento...

          FIRENZE E GLI UFFIZI

          3 - 4 Novembre 2015     ore 17,00 - ore 21,30

 

TEATRO ALLA SCALA

24 novembre 2015     ore 17,00 - ore 21.30

25 novembre 2015     ore 17,00

“Teatro alla Scala. Il Tempio delle Meraviglie” è il film evento dedicato a uno dei templi più esclusivi della musica e dello spettacolo mondiale, un luogo dove l’arte si costruisce, si rappresenta, si vive.
Il film, che arriverà nelle sale italiane il 24 e 25 novembre nell’ambito del progetto della Grande Arte al Cinema di Nexo Digital, racconta la storia del Teatro che più di ogni altro ha catturato e legato a sé indissolubilmente i più grandi nomi della scena musicale di tutti i tempi. Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Arturo Toscanini, Maria Callas, Luchino Visconti hanno fondato il mito di un luogo, animato in anni più recenti da artisti come Claudio Abbado e Riccardo Muti, che ancora oggi suscita un senso di sacralità: nel film ce lo raccontano tra gli altri i direttori d’orchestra Daniel Barenboim e Riccardo Chailly, i cantanti Mirella Freni e Plácido Domingo, i ballerini Carla Fracci e Roberto Bolle oltre ai Sovrintendenti Pereira, Lissner e Fontana.

 

L'ACCADEMIA CARRARA

9 dicembre 2015     ore 17,00 - ore 21.30

10 dicembre 2015     ore 17,00

L’Accademia Carrara di Bergamo è uno dei numerosi tesori d’Italia rimasti a lungo chiusi al pubblico e ora finalmente tornati alla luce. Annovera nella sua collezione oltre 600 dipinti, tra cui quelli di Raffaello, Mantegna, Bellini, Botticelli, ma anche moltissime opere di grandi artisti dal Rinascimento all'inizio del Novecento. Chiusa nel 2008 per restauri, l’Accademia è stata riaperta solo pochi mesi fa raccogliendo un boom di visitatori. E’ proprio durante l’ultimo anno di lavori che il regista Davide Ferrario, nato a Casalmaggiore ma cresciuto a Bergamo, ha deciso di iniziare le riprese del suo film, per raccontare la riapertura della pinacoteca in un percorso cinematografico che rappresenta anche una sua personale riflessione per immagini sul senso del guardare.

===================================================================

Mercoledì 25 Novembre 2015

     In collaborazione con il FAI di Vercelli

Spettacolo unico ore 20,45

Woman in Gold è l’affascinante storia vera di una donna che cerca di ottenere giustizia per riparare al danno subito dalla sua famiglia. Sessant’anni dopo aver lasciato Vienna, durante la Seconda Guerra Mondiale, Maria Altmann (Helen Mirren), intraprende un viaggio per rientrare in possesso dei beni indebitamente sottratti alla sua famiglia dai nazisti, tra cui il famoso dipinto Ritratto di Adele Bloch-Bauer. Assieme al giovane, ma abile avvocato Randy Schoenberg (Ryan Reynolds), Maria decide di imbarcarsi in una battaglia legale che la porterà dal cuore dell’establishment austriaco fino alla Corte Suprema Americana, costringendola ad affrontare il passato e le sue scomode verità.

===================================================================

Lunedì 2 novembre 2015

In occasione del 40° anniversario della morte di Pier Paolo PASOLINI il Cinema ITALIA presenta il film:

Ingresso € 5,00  -  Spettacolo unico ore 21,30

Ingresso vietato ai minori di 18 anni

L’ultimo film di Pasolini, uscito postumo, fu definito dall’autore “un mistero medioevale”. Pasolini intendeva dire che ogni sequenza, ogni atto, ogni momento del film alludeva ad altro, proprio come nei Misteri medioevali ogni “quadro” rappresentato, evoca altro, una storia sacra o profana. La grande complessità – e la violenza narrativa, quasi intollerabile – di Salò nascondono numerosi segreti, situazioni cifrate, allusioni, appunto, a ciò che Pasolini si rifiutava di raffigurare e mettere in scena direttamente: il presente, il degrado dell’Italia, ammorbata dalla televisione e dallo sviluppo senza progresso. Geniale “tradimento” di de Sade e audace dissimulazione storica (la Repubblica Sociale è solo un “cartone” metaforico), Salò aggredisce lo spettatore precipitandolo in un incubo senza pietà e senza vie di salvezza, dove i rituali di perversioni e violenze rimandano surrettiziamente al presente. Mostra aberrazioni perpetrate secondo un regolamento da collegio infernale, dove ogni etica è pervertita nel suo contrario e la “soluzione finale” pedagogica consiste nella creazione di una nuova umanità, indifferente e assuefatta all’orrore.

===================================================================

Lunedì 19 e martedì 20 ottobre 2015

ORARI SPETTACOLI

     Lunedì 19 ottobre     ore 17,00

     Martedì 20 ottobre    ore 17,00  -  ore 21,30

Uno sguardo dietro le quinte della vita straordinaria di una giovane ragazza svedese che divenne una delle attrici più celebri del cinema americano e mondiale... Ingrid Bergman.

===================================================================

LUNEDI' 14 SETTEMBRE 2015

"Amarcord" restaurato torna in sala

Presentata a Venezia '72 la nuova edizione del capolavoro di Fellini premiato con l'Oscar. Tornatore ha montato i materiali recuperati in una clip che accompagnerà il film in sala dal 14 settembre

Spettacolo unico ore 21,30

VENEZIA - Amarcord mai visto. La mano di Fellini entra nell’inquadratura, aggiusta il cappello al sacerdote e poi esce. I servi di scena che nella sequenza del Rex muovono i teli che simulavano le onde, effetti speciali d’altri tempi. Il truccatore che sistema l’ombretto alla Gradisca un attimo prima del ciak. E poi lui, Federico, cappello in testa e megafono in mano, sistema la neve finta sul cappotto di un attore: “Ora si può girare”.

Il capolavoro torna in sala dal 14 settembre nella versione restaurata dalla Cineteca di Bologna, nella bellezza originaria delle scene e dei costumi di Danilo Donati, con la luce e i colori del direttore della fotografia Giuseppe Rotunno. Il restauro di Amarcord è stato presentato a Venezia alla presenza di padrino speciale, il premio Oscar Giuseppe Tornatore che firma il montaggio di provini, tagli e doppi dal set, ore di materiale inedito scovati da Cristaldifilm e dalla Cineteca di Bologna e ora restituite al pubblico in un assaggio di 8 minuti che accompagnerà il film al cinema.

“Ricordo esattamente quando uscì – dice Tornatore, che all’epoca aveva 17 anni – Allora i film arrivavano in provincia, dove abitavo, dieci mesi o persino un anno dopo la città, ma per quello di Fellini presi la corriera e comprai il biglietto al cinema Fiamma di Palermo. Volevo vederlo in prima visione. Fu un’esperienza indimenticabile, avevo già deciso di diventare regista, anche se non sapevo se ci sarei riuscito. La visione di "Amarcord" mi diede l’energia e la forza per provarci”.

Il film premio Oscar come miglior film straniero del 1975 è una pellicola iconica, uno spaccato storico e sociale, il capolavoro di un maestro indiscusso ma anche un’esperienza emotiva che Fellini riesce a comunicare allo spettatore attraverso lo sguardo.

Amarcord, mi ricordo. Il regista ha 53 anni, ha lasciato la sua Rimini ormai da più di trent’anni, la ricostruisce a Cinecittà attraverso la lente della nostalgia, dell’emozione e del ricordo. Le feste di paese, le adunate del "sabato fascista", la scuola, i signori di città, i negozianti, il suonatore cieco, il venditore ambulante, lo zio matto, l'avvocato, la donna leggera, la tabaccaia dalle forme giunoniche, i professori di liceo, i fascisti, gli antifascisti, gli amici, il passaggio delle Mille Miglia. In un primo tempo il film avrebbe dovuto intitolarsi E’ Bourg (il borgo) poi Fellini decise per Amarcord. “Amarcord è una paroletta bizzarra, un carillon, una capriola fonetica un suono cabalistico, la marca di un aperitivo... – diceva Fellini - Se si uniscono amare, core, ricordare e amaro, si arriva a Amarcord”.

===================================================================

GIOVEDI' 25 Giugno 2015

In collaborazione con la Cineteca Nazionale di Bologna

MACBETH

    di Roman Polanski - edizione restaurata

Incitato dal responso di una profezia di tre streghe che lo vede incoronato re e dall'ambiziosa moglie, Macbeth uccide brutalmente il re Duncan di Scozia. Per assicurarsi il trono fa assassinare poi il suo fedele compagno e amico Banquo, al quale le streghe avevano promesso di diventare padre di una stirpe di re. La scia di violenza prosegue e Lady Macbeth presa forse dal rimorso si ammala gravemente per poi morire. Anche Macbeth, ormai schiavo delle predizioni delle streghe, viene infine ucciso dai rivoltosi che riportano sul trono il legittimo erede Malcolm.

Spettacolo unico   ore 21,30

===================================================================

Rassegna: LA GRANDE ARTE AL CINEMA - 2ª parte

Martedì 26 Maggio 2015: GLI IMPRESSIONISTI

  • Martedi' 26 Maggio 2015
  • Martedi' 5 Maggio 2015
  • Martedi' 12 Maggio 2015
  • Martedi' 19 Maggio 2015

I più importanti musei del mondo e le mostre più attese della stagione raccontati dalla settima arte.

Orari degli spettacoli: ore 17,00 - ore 21,00

Disponibilità per proiezioni scolastiche.